Google rilascia Chrome in versione beta per Android


Se lo sono chiesti un po’ tutti, chi prima e chi dopo: perché Google, “madre” di due progetti vincenti come Android e Chrome, non ha mai reso disponibile quest’ultimo per la navigazione su smartphone e tablet?

Il dilemma è risolto, visto che Big G ha annunciato ieri di aver reso disponibile la versione Beta di Chrome per Android 4.0 Ice Cream Sandwich, senza tuttavia sostituire il browser di navigazione “standard” dei dispositivi che usano il suo OS.

Velocità e semplicità d’uso sono i punti cardine su cui Google ha creato questa versione del browser ottimizzata per i dispositivi mobile. I tempi di caricamento delle pagine sono ridotti al limite, poiché Chrome carica in background le pagine, senza dimenticare che anche i procedimenti per la ricerca sono ridotti ai minimi termini temporali grazie a omnibox.

Nessun limite per quanto riguarda il device utilizzato, visto che Chrome si adatta a qualsiasi dimensione, che sia uno smartphone o un tablet.

Interessante la volontà di Google di intervenire su un problemino comune ai navigatori via mobile: azzeccare il link giusto sul touchscreen. A Mountain View hanno attivato una sorta di preview sui link attivi nelle pagine, così da permettere all’utente di sapere ciò che sta per “toccare”, semplificando ulteriormente la scelta delle pagine.

Chrome-Android

Lato privacy, poi, è disponibilità la modalità di navigazione in incognito, alla quale si affiancano altre impostazioni specifiche.

Era prevedibile, ma è comunque affascinante la sinergia computer-mobile che Google riesce a creare, sfruttando l’account degli utenti su Chrome. Effettuando il login sul dispositivo mobile, infatti, sarà possibile ritrovare le stesse pagine aperte – ed i preferiti – sul computer. Ma non solo, visto che il browser da solo fornirà suggerimenti per la navigazione basati sulle pagine cercate sul PC.

Chrome per Android è disponibile effettuando il download dall’Android Market, anche se al momento i paesi coinvolti sono Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna, Australia, Giappone, Corea, Messico, Argentina, Brasile. Naturalmente è attesa in tempi brevi un’estensione alle restanti nazioni.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su ANDROID Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave