Il (grosso) problema di Android


Oggi è uscito, in via ufficiale, Jelly Bean per Galaxy S II. Oggi, però, sono usciti anche i dati relativi a iOs 6: è il sistema operativo di Apple, per iPhone e iPad. Cosa c’entrano l’uno con l’altro? Vecchia storia, per quelli di Mountain View. Loro corrono, i produttori di smartphone invece sono decisamente più lenti. Troppo. Tanto che Jelly Bean, l’ultima versione di Android, ce l’hanno veramente in pochi.

Un dato preciso: 1,2% dei dispositivi in circolazione. Mentre iOs 6 viaggia a ritmi decisamente più elevati. Ad oggi 100 milioni di utenti hanno aggiornato i loro smartphone e tablet, a fronte di un rilascio avvenuto il 19 Settembre scorso.

Vuol dire che agli utenti Android poco importa di aggiornare i propri devices? Non è così. No.

È che, in realtà, la maggior parte dei dispositivi Android in circolazione non sono in grado di supportare l’update che Google, volta per volta, propone. Serve un adeguamento, serve tempo, troppo tempo. Talmente tanto tempo, che oggi il 57% degli utenti Android viaggia ancora sulla versione Gingerbread, rilasciata nel Dicembre 2010. Un’eternità, considerati i ritmi con cui si muove oggi il mercato degli smartphone. Un altro 21% utilizza Ice Cream Sandwich, che risale al Novembre 2011. Nemmeno così poco.

Android è meglio, probabilmente. I produttori che lo scelgono, però, un po’ meno. Perché vogliono personalizzarlo, perché sono necessari test su test. Ritardi su ritardi, dunque.

Android sarà anche meglio. Ma iOs è reperibile da subito. Roba di un attimo.

A Google potrebbe convenire farsi le cose in casa, per intero? Un po’ come col Nexus 7. O no?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su ANDROID Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave