Google e l’unione di Android e Chrome OS


google-patent-hybrid-tablet

Tutti ne parlano. In realtà le certezze sono poche, pressoché nulle.

Tutto prende vita da un brevetto di Google, tanto per cambiare. Un brevetto in cui Android e Chrome OS appaiono uniti in un ibrido: un tablet/notebook che dunque sembra progettato per operare su più piattaforme. E Google, dalla sua, ha due basi di partenza eccellenti, Android in maniera particolare.

Il brevetto risale al 2010 ed è stato concesso all’azienda di Mountain View nei giorni scorsi. Ciò che ne viene fuori, è una fusione tra tablet e notebook, con schermo touch, una tastiera virtuale e un pad sensibile al tocco. Dalle immagini del brevetto si nota, inoltre, come il dispositivo sia pensato per “saltare” da una configurazione all’altra con grande facilità.

The computing device could also be configured to operate based on one or more platforms (e.g., one or more similar or different platforms) that could include one or more types of hardware, software, firmware, operating systems and runtime libraries.

Ovvero:

Il dispositivo di elaborazione dati potrebbe essere configurato per operare in base a una o più piattaforme (ad esempio, una o più piattaforme simili o differenti), che possono includere uno o più tipi di hardware, software, firmware, sistemi operativi e librerie a runtime.

Così recita il brevetto.

Parliamo di una parte estremamente interessante, poiché dà in qualche modo credito alle indiscrezioni di queste ore. Il pensiero degli addetti ai lavori è chiaro: Google ha in mano le carte per creare un dispositivo che passi da Android quanto è tablet, a Chrome OS nel momento in cui entra in modalità notebook. Un device modellabile, come mai s’è visto.

Più o meno, per la verità. Perché l’Acer Iconia faceva più o meno le stesse cose. Da tablet e netbook, basta poco.

Solo indiscrezioni per ora. Voi che ne pensate?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su ANDROID Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave