I Numeri del 2012 di Android


Android-3

Il 2012 ha rappresentato, per Google, l’anno di due progetti in particolare: Google+ tra i social network, Android per il mobile.

Non che quest’ultimo sia arrivato nel 2012. Ma gli ultimi dodici mesi, è un dato di fatto, hanno definitivamente consacrato il sistema operativo, facendone l’opzione più scelta in tutto il mondo. Un riassunto davvero ben fatto del 2012 a Mountain View, è stata pubblicato su The Next Web, in questo post a firma di .

I numeri di Android, nel 2012

1.3 milioni di devices attivati ogni settimana, in tutto il mondo
Nessuno come Android, tra i sistemi operativi di tutto il mondo

Sono più di 500 milioni, in tutto il mondo, i dispositivi che girano su Android.

Eric Schmidt, di Google, aveva parlato a Settembre dei ritmi di crescita del sistema operativo: ne vengono attivati, di nuovi, più di un milione alla settimana. Se nel 2011 il ritmo era di 700mila/settimana, fatevi i conti e capirete.

Il ruolino di marcia è impressionante ed è principalmente collegato al successo di Samsung e dei suoi Galaxy: col 29% del mercato nelle proprie mani, l’azienda sudcoreana ha tolto lo scettro a Nokia – dopo 14 anni – ed è la potenza numero uno al mondo, seguita proprio dal gruppo finlandese e da Apple.

La forza di Android

Nexus4

È così diffuso, Android, perché Google ha fatto sì che più produttori potessero utilizzarlo, ovunque.

Questo fa sì che vi siano dispositivi basati sul sistema operativo di Big G in tutto il mondo e per tutte le tasche. Smartphone e tablet, senza distinzione. E senza dimenticare, poi, che la stessa Google ha ideato la sua linea Nexus, affidandosi a partner esterni – Acer, LG, Samsung – per l’hardware.

Ora le cose potrebbero cambiare, è doveroso specificarlo. “X Phone” è il nome del dispositivo che a Mountain View starebbero tirando sù, grazie al lavoro di Motorola, azienda di cui Google è proprietaria.

Nonostante, in linea generale, possano esserci incomprensioni circa la personalizzazione che i vari gruppi sono intenzionati a ‘introdurre’ sulle versioni standard di Android, la forza è proprio questa: aver abbracciato tutti.

Il problema di Android #1

Ne avevamo già parlato. Il primo problema di Android è rappresentato dalla diffusione, troppo lenta, dei suoi aggiornamenti.

android_december_2012

Arrivano tutti separatamente, su ogni dispositivo. Lo svantaggio di essere nelle mani di più produttori, è proprio questo: non sempre – anzi, quasi mai – i dispositivi sono pronti, da subito, a supportare gli aggiornamenti. Cosa che invece accade, in maniera abbastanza semplice e tempestiva, con i vari iPhone e iPad di Apple.

Il problema di Android #2

Google Play vs App Store. Vince il secondo. Ecco il problema, il secondo problema.

Google-IO

Google Play: cresce, ma non monetizza
A Novembre. È di 15 milioni di $ il fatturato dell'App Store. Google tocca appena quota $ 3.5 milioni.

Con ordine. Perché il ritmo di crescita, come spiega Distimo, è senza dubbio a favore di Google.

Sono gli introiti, invece, a far decisamente sorridere Apple.

Negli ultimi quattro mesi:

Google Play è cresciuto del 43%, mentre per App Store di Apple è stato raggiunto solo il 21%.

Tuttavia l’App Store, con 15 milioni di dollari di fatturato medio giornaliero nel mese di Novembre, è di gran superiore rispetto a Google Play, con i suoi $ 3.5 milioni.

Ecco, per intenderci sulla misura delle cose.

Il team di Android dovrà pensare anche a questo. E il lancio di una nuova serie, fatta in casa, di smartphone e tablet potrebbe migliorare la faccenda. Il mondo è curioso di sapere come sarà il 2013 di Big G, sui dispositivi mobile.

Secondo voi, hanno le carte in regola per risolvere anche i problemi palesati nel 2012?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su ANDROID Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave